La Ciaramicola

Origini e Curiosità

Questo dolce che abbiamo scelto per voi oltre
che avere una storia particolare , che in pochi conoscono, è anche una delizia per gli occhi e per il palato.
La Ciaramicola si caratterizza per una lunga tradizione e per particolari origini, la sua lavorazione infatti
nonché la sua forma sono in pratica un concentrato di simbolismi.
Tipicamente conosciuta per il bel colore vermiglio, la ciaramicola è infatti un dolce Umbro e precisamente tipico della città di Perugia.

Tradizione vuole che venga preparato prevalentemente nei giorni pasquali, anche se ormai è possibile
trovarlo tutto l’anno.
L’accoppiamento dei suoi colori non è affatto casuale. Il colore purpureo infatti (dato da uno degli
ingredienti principali quale l’Alchermes) ed il bianco della glassa simboleggiano i colori della città di
Perugia. Inoltre, nonostante questo dolce oggi si presenti con le fattezze di un normale ciambellone, la
forma originaria vuole che l’impasto sia modellato nella parte superiore come a formare una croce,
simbolo della Passione e della Resurrezione.
I rigonfiamenti rimandano ai vari rioni del capoluogo Umbro e le praline ai prati verdi che la circondano.

Qui sotto troverete la Ricetta che vi consigliamo.
Ingredienti e Procedimento
Per l’impasto:
500 gr di Farina di frumento
550 gr di Zucchero
125 gr di Burro (o strutto)
2 uova intere
3 tuorli
1 bicchiere scarso di liquore Alchermes
Scorza grattugiata di un limone (non trattato)
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
Un pizzico di Sale
Per la Glassa:
3 albumi d’uovo
40 gr di zucchero a velo vanigliato
50 gr di codette di zucchero colorate, confettini o altre decorazioni

In una capiente ciotola, lavorare le uova intere e i tuorli con lo zucchero finchè non otterrete un
composto spumoso e morbido.
• Impastare questo composto con la farina, il burro (o lo strutto) ammorbidito, la scorza
grattugiata di limone, un pizzico di sale e l’alchermes. Dovrete ottenere un composto morbido e di una
certa consistenza, dal momento che bisognerà conferirgli una forma a ‘ciambella’.
• Tenere da parte un po’ di impasto e modellarlo in due strisce allungate e cinque palline.
• Prendere uno stampo per torte circolare e distribuirvi la parte rimanente di impasto,
disponendolo lungo i bordi a forma di ciambella; le due strisce precedentemente modellate andranno
posizionate, come tocco finale, e a forma di croce. Alle estremità di ciascun braccio della croce si
dispone una pallina, mentre la quinta va posizionata proprio in corrispondenza del centro del dolce.
• Infornare a 180 °C, in forno preriscaldato, per circa 35-40 minuti. Trascorso questo tempo
controllare la cottura con uno stecchino di legno; sfornate e lasciate chiuso lo sportello del forno in
modo tale da conservarne all’interno il calore (che vi servirà successivamente per far rapprendere la
glassa).
Nel frattempo montare a neve fermissima, gli albumi con lo zucchero a velo setacciato. Distribuire questo
composto sul dolce in via di raffreddamento. Infine cospargete la superficie con le decorazioni di
zucchero che preferite.
• Rimettere la Ciaramicola nel forno spento per qualche minuto, in modo tale da far indurire ed asciugare la glassa di zucchero.